Codici e Rete delle Associazioni di Crotone: l’impegno ed il coinvolgimento della cittadinanza è fondamentale per salvaguardare il territorio

E’ stato promosso da Codici e sottoscritto dalla Rete delle Associazioni di Crotone il protocollo di intesa che mira a tutelare e a promuovere l’ambiente nel territorio di Crotone.

In particolare, l’ “Osservatorio Energia e Ambiente di Crotone” si occuperà di supervisionare e monitorare le attività di bonifica, una su tutte la bonifica di Syndial nel sito ex Pertusola Sud.

Non solo, tra gli obiettivi rientrano anche:

·        supervisionare sulla trasparenza, il rispetto e la correttezza di ogni procedura amministrativa da parte delle Istituzioni e organismi competenti in materia;

·        un’adeguata informazione del cittadino affinché ci possa essere una partecipazione consapevole alle attività di bonifica e alla riqualificazione del territorio.

Il territorio di Crotone è martoriato dall’inquinamento e da attività illecite, come non menzionare, a tal proposito, l’operazione Black Mountain grazie alla quale è stato scoperto uno dei più grandi e gravi disastri ambientali italiani. Scuole costruite là dove erano stati interrati rifiuti tossici. Ma Crotone a tutto questo si ribella e dice basta allo sfruttamento ambientale, stop a quell’eccesso di mortalità per cancro dichiarato dall’Oms.

In questo contesto, l’Osservatorio è un’importante strumento di lotta e di interfaccia tra la popolazione, le Amministrazioni e gli organi locali di controllo Il progetto ha, infatti, trovato la piena partecipazione non solo delle Associazioni  aderenti ma anche dell’Asp, delle sigle sindacali CGIL, CISL e UIL e di personalità politiche, tra cui i Consiglieri regionali Emilio De Masi e Salvatore Pacenza.

Su www.spazioconsumatori.tv  parlano Elio Nicoletta, Presidente delle Reti delle Associazioni di Crotone ed il Consigliere regionale Salvatore Pacenza.