Seguici su

News

Abbiamo appena rilevato 15 nuove misteriose onde dallo spazio.

Pubblicato

il

Fonte: visionari.org

I lampi radio veloci sono difficili da rilevare, ma un’unica fonte ne ha appena emessi 15, lasciando perplessi gli scienziati.

Uno degli oggetti più misteriosi dello spazio ha appena raggiunto nuovi livelli di stranezza. Un gruppo di ricercatori ha appena trovato 15 nuovi lampi radio veloci, tutti provenienti dall’ unico oggetto che abbiamo mai visto emetterli.

lampi radio veloci (fast radio bursts o FRB) sono alcuni dei fenomeni più strani dell’ universo: potenti segnali radio provenienti dallo spazio profondo che lampeggiano per millisecondi per poi scomparire. Sono stati attribuiti a tutto, dai buchi neri a forme di vita intelligenti.

Dato che sono così brevi, e dato che i radiotelescopi possono guardare solo una piccola area del cielo alla volta, solo state rilevate in tutto solo circa 2 dozzine di FRB. Di questi, solo uno si è ripetuto: FRB 121102, che risiede in una galassia nana a circa 3 miliardi di anni luce dalla Terra.

Ora, i ricercatori con l’iniziativa Breakthrough Listen, una ricerca da 100 milioni di dollari per cercare segni di vita intelligente nell’universo (che vede la partecipazione di Stephen Hawking e Mark Zuckerberg), hanno rilevato 15 impulsi in più da FRB 121102.

Questi segnali erano a frequenze più alte di qualsiasi FRB osservato in precedenza. Non è ancora chiaro cosa significhino questi eventi inafferrabili, ma i ricercatori sperano che contribuirà a restringere il campo delle potenziali spiegazioni.

“In precedenza pensavamo che non ci fosse molta emissione alle alte o basse frequenze, ma ora sembra che ci sia,”dice Avi Loeb dell’Università di Harvard. “È una frequenza due volte più alta di quelle precedentemente misurate.”

Una gamma di frequenze più elevata potrebbe rendere la rilevazione di FRB come 121102 più facile, il che è cruciale perché tutti gli attuali tentativi di spiegazione hanno una sola fonte da cui lavorare. Ma aggiunge anche un altro strato di stranezza che potrebbe rendere il meccanismo che produce FRB ancora più difficile da individuare.

“E’ molto bizzarro come i singoli lampi possano apparire ovunque in questa vasta gamma di frequenze, anche se ogni singolo lampo ha una copertura di frequenza relativamente ristretta “, dice Peter Williams, dell’ Università di Harvard. “Non ho ancora visto nessuno offrire una buona spiegazione di come questo fenomeno possa essere possibile.”


Tradotto in Italiano. Articolo originale: New Scientist


VISIONARI è un network di imprenditori, scienziati, artisti, scrittori e changemakers che pensano e agiscono al di fuori degli schemi.
Puoi fare domanda per entrare qui: https://bit.ly/visionari-entra

Seguici sulla nostra pagina Facebook per scoprire nuovi progetti innovativi:
Visionari

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

News

Modem libero, successo dell’evento di MDC

Pubblicato

il

Modem Libero: Grande successo per il II Workshop Nazionale sulla Net Neutrality organizzato ieri pomeriggio a Milano dal Movimento Difesa del Cittadino

Cittadini, professionisti, operatori del settore, giornalisti e comunicatori, hanno partecipato al Workshop nazionale di Modem Libero, tenutosi ieri pomeriggio a Milano ed organizzato dal Movimento Difesa del Cittadino, nell’ambito della campagna avviata all’interno della Free Modem Alliance.

Un importante momento di condivisione, un confronto aperto e costruttivo sulla Net Neutrality, sull’importanza del riconoscimento dei nostri diritti, sulla consapevolezza di come internet e le nuove tecnologie possano essere al servizio di tutta la collettività, incondizionatamente.

Un momento di crescita e consapevolezza, di ricognizione e informazione. L’opportunità offerta agli intervenuti di conoscere il senso profondo della norma europea, che in Italia viene sistematicamente violata; l’UE ha stabilito la libertà di scelta dei dispositivi e dei modem, imponendo una maggiore trasparenza nei confronti dei consumatori, intimando  agli operatori  la necessità di fornire notizie sulla libertà di scelta da parte degli utenti, circa il costo e l’acquisto, che potrà essere fatto non necessariamente tramite la compagnia telefonica.

Prezioso il contributo offerto dai relatori, tra i maggiori esperti del settore e membri della Free Modem Alliance, che in un abbraccio sinergico con il pubblico hanno messo a disposizione il proprio sapere ed ascoltato le sollecitazioni giunte dalla sala.

Sono intervenuti l’Avv. Francesco Luongo (Presidente Nazionale MDC) , la Dott.ssa Lucia Moreschi (Coordinatrice Regionale MDC Lombardia), Ivan Catalano (Esperto della rete già Deputato nella XVII legislatura), Gabriele Matteo Fiorentini (Giurista e responsabile coordinamento della Free Modem Alliance), Kostas Papadopulos (Allnet Italia) Giovanni Zorzoni (Consigliere Associazione Italiana Internet Provider -AIIP).

<<E’ stata una grande occasione di incontro e confronto, scambio e condivisione. Tutti insieme abbiamo cercato di fornire gli strumenti per difenderci, per combattere abusi ed imposizioni, per garantire e difendere i principi di libertà e trasparenza – spiega Francesco Luongo, Presidente Nazionale di MDC –  Grazie alla preziosa partecipazione degli esperti della Free Modem Alliance e di tutti i cittadini ed operatori del settore e professionisti della comunicazione intervenuti, si è costruito un bellissimo brainstorming che ha prodotto un risultato straordinario, in termini di informazione, sensibilizzazione e progettualità>>.

 

 

Continua a leggere

News

L’energia diventerà Moneta. Lo dice il futurista Federico Pistono

Pubblicato

il

 

 

Se vuoi sapere di più di questi temi, partecipa allo SHAPING VISIONARI del 18 e 19 giugno a Roma. Ultimi posti disponibili, per registrarsi usa questo Link e se vuoi essere ospite con sconto di Luigi Gabriele usa il codice promozionale con abbattimento del 70%  già inserito nel link .

Ci vediamo a Roma.

 

 

 

Continua a leggere

News

Benzina, sfonda la soglia di 2 euro a litro

Pubblicato

il

Il prezzo della benzina ha sfondato in Italia la soglia psicologica dei 2 euro al litro. Lo denuncia il Codacons, che segnala il rialzo dei listini dei carburanti con effetti enormi sui prezzi al dettaglio in tutti i settori.

“Sull’Autostrada del Brennero i distributori hanno adeguato i listini alla pompa con prezzi che raggiungono 2,08 euro al litro per la benzina – spiega il presidente Carlo Rienzi – I rincari però si registrano da settimane in tutta Italia, al punto che il nostro paese ha raggiunto il secondo posto in Europa per il prezzo del gasolio, secondi solo alla Svezia. Una situazione che impatta in modo pesante sulle famiglie, con rincari a cascata dei prezzi al dettaglio in tutti i settori, come certificato dagli ultimi dati Istat sull’inflazione”.

“Il Governo aveva promesso un intervento sulle accise che gravano sui carburanti, ma finora nessun provvedimento al riguardo è stato annunciato – prosegue Rienzi – Salvini e Di Maio devono intervenire con urgenza perché rincari e speculazioni sui carburanti determinano conseguenze negative sull’intera economia nazionale. Basti pensare che senza il peso delle tasse, l’Italia crolla dal secondo al 17° posto in Europa per il caro-gasolio”.

Continua a leggere