Grazie a Codici oltre 27 mila utenti del servizio idrico gestito da Acea tramite l’ATO 5 nella zona di Frosinone otterranno un rimborso per la tariffa di depurazione. Così come comunicato in precedenza, sul sito dell’Associazione sono illustrate le fasi per presentare l’istanza di risarcimento.

Si tratta di un risultato raggiunto grazie al lavoro dell’Associazione negli ultimi due anni durante i quali si è impegnata a farsi carico delle segnalazioni avanzate dai cittadini, stanchi di ricevere bollette esorbitanti per servizi non goduti.
Ora però c’è chi diffonde false informazioni, errate modalità di accesso al rimborso che nulla hanno a che vedere con l’azione dell’Associazione e dalle quali si discosta.

“Alcuni comitati o gruppi organizzati fuori o dentro la rete stanno cercando di depistare gli utenti, animati da piccoli interessi – commentano Ivano Giacomelli Segretario Nazionale CODICI e Luigi Gabriele, Responsabile Affari Istituzionali dell’Associazione -. Per aiutare i residenti che hanno diritto al rimborso abbiamo aperto uno sportello dedicato nella nostra sede di Ceprano di Via Bixio 6, dove sarà possibile ricevere l’assistenza necessaria”.

“I distacchi di questi giorni – aggiungono – sono il frutto dei cattivi consigli e del mancato rispetto delle corrette procedure di reclamo, come ad esempio il ricorso dinanzi al giudice di pace”. Lo sportello è aperto il martedì, giovedì e venerdì dalle ore 9.00 alle 12.00, dalle 15,30 alle 18,30 e il sabato dalle 9.00 alle 12.00. E’ possibile contattarlo anche telefonicamente allo 0775/950574 o al 327/5576738 oppure scrivendo a sportello.ceprano@codici.org.