L’AcquirenteUnico diretto dall’Ing.Paolo Vigevano, si mostra sempre più elemento essenziale per tutelare i consumatori.
Nel comparto energetico, in un contesto in cui il libero mercato, a causa dei distributori e degli incumbent è miserabilmente fallito, il ruolo del mercato di tutela, dei consumatori e del futuro degli acquisti collettivi, diventa fondamentale per garantire energia a tutti, ad un costo sopportabile e un futuro alle politiche energetiche per consumatori e imprese.
Quale ruolo e come rafforzarlo per i soggetti della filiera diventa quindi fondamentale.
Smart Grid, diversificazione delle fonti, tutele contrattuali, distribuzione e dispacciamento sono i punti nodali su cui costruire la regolazione o l’autoregolazione del futuro.
Io immagino un ruolo di rafforzamento di AU anche se in una progressiva revisione del mercato di tutela.
Un rafforzamento che potrebbe essere quello di AuditorUnico, anche come gestore della rete di distribuzione unica fino all’ultimo miglio, da dove poi dovrà esserci la liberalizzazione dei servizi che punti tutto sulle tecnologie smart, pensando ai Prosumers.

Oppure quello di accompagnare i gruppi di Acquisto collettivo a fare trading al posto di altri. Oppure occuparsi di gestire la rete unica idrica che inevitabilemente, in un futuro non troppo lontano, dovrà esserci per forza, in considerazione della scarsità dell’acqua e del modo in cui oggi viene malamente gestita dalle aziende municipalizzate.
AU ha un ruolo fondamentale di cui non si potrà fare a meno, ma di certo non dovrà sostituire il ruolo delle associazioni.

La scorsa settimana, le Associazioni dei Consumatori hanno incontrato l’AcquirenteUnico per conoscere il dott. Alessio Borriello,nuovo responsabile delle Relazioni Esterne ed Analisi di Mercato di AU, e in occasione di questo incontro si è aperto un dibattito sui rapporti e sui ruoli di entrambi le parti.
Le associazioni hanno sollevato numerosi problemi e su molte tematiche e si è aperto un dibattito decisamente proficuo per tutti.

Tra i temi affrontati dalle associazioni ci sono:

• Sportello per i Consumatori: chiarimento su attuali attività, miglioramento tempistiche, interazione/integrazione Sportello AU con sportelli territoriali AACC (Diritti a Viva Voce) attraverso il progetto “Network Operativo”, con la possibilità di attivare un riconoscimento economico alle AACC sui reclami lavorati;
• Conciliazioni: attivazione di un Gruppo di Lavoro fra Servizio Conciliazione AU ed AACC sulla Direttiva 11/2013, possibilità di trasformare le conciliazioni sull’energia sulla falsariga di quelle del Co.Re.Com. con indennizzo automatico;
• SII: possibilità di accesso al Sistema da parte di ogni singolo consumatore/utente;
• Sistema Idrico: possibilità di attivazione di un sistema di gestione dei reclami modellato su quello esistente presso AU per l’elettricità e il gas;
• Formazione alle AACC: incontri dedicati (anche attraverso la trasmissione in streaming delle riunioni del GLUC) per le strutture territoriali delle AACC (anche in questo caso con la possibilità di sfruttare collegamenti internet in diretta), nuova serie di incontri seminariali sulle reti energetiche;
• Chiarimenti su delibere AEEG sui mercati energetici e su delibere AEEG che riguardino direttamente le attività di AU, supporto alle AACC sull’interpretazione di delibere AEEG anche al fine della formulazione di risposte su consultazioni aperte da AEEG

Alla luce del suddetto elenco, AU ha proposto alle AdC un percorso fatto di due punti cardini:

• Il sistema di Tutela e le sue possibili evoluzioni
• Formazione dei quadri e degli operatori delle AACC

Area tutela, approfondimento mediante riunioni del GLUC su :

• Acquisto energia: modalità di formazione del portafoglio acquisti di energia di Acquirente Unico, modalità di aggiornamento costante del portafoglio stesso, andamento dei mercati internazionali dell’energia
• Sportello per i Consumatori: esame delle modalità di presentazione dei reclami, fasi di lavorazione e disamina delle dinamiche che determinano le attuali tempistiche; possibile interazione/integrazione fra lo Sportello AU e gli sportelli territoriali delle AACC (Diritti a Viva Voce) con particolare attenzione ai casi più controversi e problematici
• Conciliazioni: attivazione di un Gruppo di Lavoro fra Servizio Conciliazione AU ed AA.CC. sulla Direttiva 11/2013
• SII: aggiornamento sullo stato di sviluppo del Servizio

Formazione per le Associazioni dei consumatori

• Formazione alle AACC: incontri dedicati (anche attraverso la trasmissione in streaming delle riunioni del GLUC) per le strutture territoriali delle AACC, nuova serie di incontri seminariali sulle reti energetiche,
• Chiarimenti su delibere AEEG nell’ambito dei tavoli GLUC:
· su delibere AEEG che riguardino direttamente le attività di AU ed i mercati energetici;
· supporto all’attività di condivisione e illustrazione da parte di AEEG delle proprie delibere per le AACC.

Per quanto mi riguarda devo esprimere grande soddisfazione per la strada intrapresa e ringraziare l’Ing.Vigevano per aver saputo trasformare le divergenze iniziali e le nostre richieste, in proposte convergenti e estremamente interessanti.

@Doctorspinone