Ad aprile 2014, scenderanno le bollette di energia e gas.
Per il gas il margine rosicato ai big trader grazie ai provvedimenti messi in campo dal collegio di Guido Bortoni dal suo insediamento, sono epocali (-25% grazie alla riforma del mercato). Questo ha portato anche agli effetti a ribasso sull’energia, visto che il 50% dell’energia prodotta in Italia avviene con centrali a ciclo combinato (perché hanno preso gli incentivi e tutt’oggi molte sono incentivate).
Mai nessuno ha osato toccare i privilegi dei contratti “long term”, come ha fatto quest’autorità.
Ben inteso, gli effetti si hanno solo sulla quota vendita, perchè non tutti sanno che il 70% della bolletta sia di energia che di gas, va a finire a incentivi e tasse di varia natura. Ma l’autorità può decidere solo per quella parte, il resto dipende dai governi.
Gli effetti ricordiamo si avranno solo per i clienti della “Maggior tutela” e non per il “libero mercato” dove il prezzo è concordato tra le parti (utente e fornitore).
Insomma scendono i prezzi per il IV trimestre consecutivo, ma solo per la quota vendita e per i clienti del tutelato, grazie alle riforme dell’autorità. Sarà per questo motivo che lobby dei mantenuti(i manager pubblici strapagati di Enel,Eni, Assoelettrica &co), vogliono eliminare il mercato tutelato? Forse si!
Ma vediamo perchè i prezzi sono scesi:

di Luigi Gabriele
@doctorspinone