Da poco più di due settimane l’Adoc ha lanciato nelle Marche il primo sportello per contrastare il fenomeno della dipendenza da gioco d’azzardo, un fenomeno che provoca danni economici, psicologici e sociali. Lo sportello svolgerà attività di ascolto ed assistenza per tutte le persone legate al suddetto problema.

Per adoc “sono attualmente circa 900 mila gli italiani affetti da ludopatia – afferma  il 10% dei quali minorenni. Il fenomeno va contrastato energicamente, se necessario utilizzando anche parte dei proventi del gioco d’azzardo legale. Siamo convinti che parte degli incassi lo Stato debba investirli sia nella cura e nella prevenzione della ludopatia, sia nell’assistenza sociale e nella lotta alla malavita. Ogni anno il gioco illegale – conclude l’associazione – fattura circa 20 miliardi di euro, senza contare il fenomeno del gioco illegale effettuato online.“

Secondo il presidente di Adoc Marche, “il giocatore che finisce nel tunnel della dipendenza tende a nascondere la sua condizione, mente ai familiari e a volte si ritrova a rubare denaro in casa o vendere beni di famiglia per procurarsi il denaro necessario ad alimentare il suo insaziabile bisogno di scommettere”.