Dopo la multa inflitta dall’Agcom a H3G, Telecom e Wind per il roaming internazionale, i maggiori costi sostenuti dagli utenti per le telefonate dall’estero dovranno essere restituiti ai cittadini.

Lo afferma il Codacons, che minaccia azioni legali contro le società telefoniche.

A seguito della sanzione l’Autorità deve studiare un meccanismo di rimborso automatico delle somme ingiustamente pagate dagli utenti, somme che devono essere restituite ai clienti direttamente sul conto o sulle schede telefoniche – spiega il Codacons – Se ciò non sarà fatto, valuteremo le dovute azioni legali contro i gestori telefonici.