Fonte: adiconsum.it

Dopo gli interessi legali, l’Agenzia delle Entrate riduce anche gli interessi di mora

Il 1° maggio, quest’anno, non è solo la Festa dei lavoratori. L’Agenzia delle Entrate, infatti, farà scattare da questa data l’aggiornamento degli interessi di mora in caso di cartelle di pagamento pagate in ritardo, cioè dopoi sessanta giorni dalla data della notifica.
Dal 1° maggio, quindi, gli interessi di mora scendono dal 5,2233% al 5,14% su base annua.
Ricordiamo che dal 1° gennaio 2014 anche gli interessi legali sono stati ridotti all’1% annuo.