Roma, 6 Ottobre 2015. “Air France taglia 2900 dipendenti. Cosa ne pensano adesso quelli che volevano Air France per Alitalia? Il tempo e’ galantuomo”. E’ il segretario generale della Fit-Cisl, Giovanni Luciano, a commentare con un tweet gli sviluppi della situazione della compagnia francese a seguito della presentazione del nuovo piano industriale.

Noi non arzigogoliamo, prendiamo atto dei fatti: l’operazione “Alitalia agli italiani”, portata avanti dal governo Berlusconi con l’appoggio dei sindacati ha portato:
1. A 3,2 miliardi di euro prelevati dalle tasche degli italiani per salvare l’Alitalia.
2. Al fallimento dell’Alitalia.
3. Ad ulteriore prelievo dalle tasche degli italiani di 75 milioni tramite le Poste Italiane.
4. A un debito della compagnia aerea di 1,45 miliardi, dal 2008, anno del “salvataggio” dell’Alitalia, al 2014.
5. All’acquisto del 49% del pacchetto azionario Alitalia da parte della compagnia aerea Etihad.

Questi i risultati della gestione Alitalia da parte del sindacato. Vero, il tempo e’ galantuomo, basta non perdere la memoria.
Primo Mastrantoni, segretario Aduc