Una semplice strategia per investire sulla Borsa di New York, dal nome senza dubbio curioso: i Dogs of the Dow – I cani del Dow. Vediamo di che cosa si tratta, se funziona e se si può applicare anche al mercato italiano. Ecco una strategia facile facile che promette di battere Wall Street con un impegno di pochi minuti all’anno e senza bisogno né di strumenti complessi né di conoscenze specifiche, sottolineano ad Altroconsumo Finanza. È quella che punta sui Dogs of the Dow. Questi sono i 10 titoli del Dow Jones – indice dei 30 maggiori titoli industriali americani – che hanno il più alto rapporto tra dividendo e prezzo di mercato.

In pratica, l’ultimo giorno dell’anno per ciascuno dei 30 titoli del Dow Jones si calcola il rapporto tra l’ultimo dividendo distribuito e il prezzo di Borsa con cui il titolo ha chiuso l‘anno. Quindi si ordinano i titoli secondo tale rapporto dividendo/prezzo in modo decrescente, e si selezionano i primi 10 della graduatoria.

A questo punto si investe il 10% del denaro che si è deciso di dedicare a questo investimento in ognuno dei 10 titoli. Fatto ciò, non resta che mantenere i 10 titoli per tutto l’anno, disinteressandosene per 365 giorni! L’ultimo giorno dell’anno successivo bisognerà ripetere la procedura, selezionando cioè i dieci Dogs dell’anno conclusosi e aggiornando il portafoglio per il nuovo anno secondo il metodo già spiegato: si tratta quindi di vendere i titoli che non sono più Dogs, tenere quelli che lo sono ancora e aggiornarne le quantità in modo da investire il 10% dell’investimento in ciascuno dei 10 titoli.

La strategia, per quanto semplice, si fonda su un dato sintetico ma significativo, spiegano gli analisti di Altroconsumo Finanza. Il dividendo infatti dà delle indicazioni sull’andamento della società. Per esempio, una politica di elevati dividendi è sostenibile nel lungo periodo da una società soltanto se questa va bene. Inoltre, azioni con elevato rapporto dividendo/prezzo sono spesso sottovalutate.

Tutto sui dogs of the Dow sul Sito di Altroconsumo Finanza