Lasciare l’auto parcheggiata costa ancora troppo, soprattutto per ragioni di salute, lavoro, viaggi: le più stringenti. Altroconsumo denuncia sino a 1.343 euro l’anno per l’abbonamento in un parcheggio di collegamento a Milano senza abbonamento ATM, 105 euro per una settimana all’aeroporto di Roma Fiumicino, 15,30 euro per otto ore nel parcheggio dell’Ospedale sant’Orsola di Bologna.

L’inchiesta è consultabile su www.altroconsumo.it.

Analizzate tre particolari tipologie di parcheggio, posizionati in zone della città dove presenza, costo e disponibilità dei posti sono cruciali per i bisogni dei consumatori: aeroporti, zone periferiche di collegamento con l’hinterland e ospedali.

L’indagine di Altroconsumo ha monitorato 19 tra le principali aree sosta utilizzate per gli ospedali di Bergamo, Bologna, Catania, Mestre, Milano, Napoli, Palermo, Roma; le aree parcheggio e sosta negli 11 aeroporti delle stesse città – per il Veneto Venezia Marco Polo. Per Milano e Roma confrontati anche il costo dell’auto e quella dei mezzi alternativi, quali bus, treno, taxi e car sharing. L’inchiesta ha considerato anche  i parcheggi per i pendolari nelle zone limitrofe di scambio con linee di trasporto pubblico di Milano e Roma.

Interessante la situazione dei parcheggi utilizzati frequentemente da chi per lavoro o studio è costretto a muoversi quotidianamente dalle zone limitrofe alle grandi città. Sono importanti perché permettono di ridurre il traffico cittadino: il pendolare lascia la macchina nelle zone periferiche e per muoversi in città usa i mezzi pubblici. Perché il sistema funzioni è necessario che il costo sia accettabile e ci sia disponibilità di posti. Nella verifica di Altroconsumo riscontrate tariffe agevolate per gli abbonati ATM, che con circa 300 euro possono parcheggiare tutto l’anno. A Roma meglio: gratis per gli abbonati Metrebus. Peccato che nella capitale, in base alle nostre verifiche, ci sia carenza di posti.

Qualche consiglio dall’organizzazione di consumatori:

·         in aeroporto per risparmiare è fondamentale scegliere il parcheggio ritagliato sulle esigenze di tempo (lunga, media, breve sosta) e prenotare on line; permette un risparmio fino al 70%.

·         per chi deve andare in ospedale con una certa frequenza per analisi o trattamenti ricorrenti o visite a un conoscente ricoverato è bene informarsi su eventuali convenzioni, spesso attive.