Roma, 10 giugno 2016 presso la sala Congressi di Palazzo Mattei è stata presentata la New Sharing Experience di Enjoy, dopo Milano sbarca anche a Roma lo scooter a 3 ruote Piaggio MP3, primo scooter a 3 ruote al mondo.

Bell ma salato si potrebbe riassumere il nuovo servizio Enjoy.

Ben 300 scooter saranno a disposizione dei cittadini romani, progetto realizzato in partnership con Trenitalia e il gruppo Piaggio, mette in campo scooter estremamente sicuri: 3 ruote che conferiscono maggiore stabilità al mezzo, rimane parcheggiato anche senza cavalletto, raggiunge una velocità massima di 90km/h ed è dotato di 2 caschi sotto la sella con cuffiette igieniche monouso, è corredato anche di freno a mano. Chi già utilizza il car sharing di Enjoy dovrà solamente aggiornare il proprio profilo per abilitare il nuovo servizio, i nuovi utenti possono registrarsi tramite app o sul sito enjoy.eni.com. Inoltre un video tutorial spiega come utilizzare lo scooter.

Novità: non vi sarà più il computer di bordo sotto la sella, lo scooter potrà essere gestito totalmente tramite app, dalla prenotazione fino al termine del noleggio.

Sostenibile, utile, pratico, il numero di noleggi continua ad aumentare e così il business si dimostra in continua crescita, permettendo di mettere in circolazione auto e scooter euro 6 che creano discontinuità rispetto ad un parco auto per la maggior parte vetusto.

 

Nota dolente la tariffa di 0,35 €/min che ci pare essere non proprio a portata di tutti, ma è stata giustificata con la motivazione dei costi assicurativi che incidono del 30/40%, inoltre Eni ci ha rivelato di aver avuto dei problemi a trovare un’assicurazione che fornisse una copertura completa a dei costi non eccessivi. La tariffa è giustificata anche dai volumi inferiori rispetto alle auto: non appena saranno più consistenti vi sarà tutta la disponibilità da parte dell’azienda a rivedere questa cifra. Per ora l’utilizzo è limitato rispetto al potenziale.

Luigi Gabriele, Responsabile Affari Istituzionali di Codici, prontamente si è reso disponibile a comporre un tavolo con le aziende per creare insieme dei gruppi di acquisto, al fine di incentivare l’utilizzo dello scooter sharing facendo diminuire i costi.

Altra problematica tutta romana: il parcheggio, spesso bisogna pagare una tariffa maggiore perché una porzione del tempo viene impiegata per cercare parcheggio. Il business del car sharing aumenterebbe ancor di più se ci fossero i parcheggi dedicati. “Se si riuscisse ad avere almeno 5 slot,  si creerebbe una condizione win-win. Auspichiamo che il problema dei parcheggi a Roma, perlomeno per gli scooter, venga affrontato in modo risolutivo e prendendo in considerazione le soluzioni proposte in passato, quando proponemmo al Comune di fare dei parcheggi per gli scooter dove sarebbero stati tolti i cassonetti della nettezza. L’amministrazione senza addurre alcuna motivazione, bocciò l’idea.

Nell’attesa di riuscire a risolvere o circoscrivere questi problemi, vi segnaliamo che in caso di necessità per assistenza e supporto potete contattare un numero verde Enjoy dedicato, una email PEC e i canali social twitter e facebook.

Carla Pillitù

Relazioni Istituzionali Codici