Incominciano a trapelare le prime informazioni riguardanti l’imminente nuovo ddl che conterrà la riforma del codice delle assicurazioni stradali. Sarebbero almeno otto i punti salienti del decreto. Va sottolineato, ad onor del vero, che si tratta di indiscrezioni ufficiose e non confermate da alcun documento ufficiale emesso dagli organi istituzionali cui spetterà la stesura del nuovo regolamento. Di seguito la spiegazione punto per punto delle delle otto novità di cui si parla in questi giorni.

  1. possibilità, in sede di stipula di contratto, di introdurre il divieto di cessione del diritto di risarcimento con conseguente riduzione del premio;
  2. decadenza del diritto di risarcimento in caso di richiesta presentata oltre 90 giorni dal fatto;
  3. non si potrà più chiedere il rimborso del danno alla compagnia con cui si è sottoscritto il contratto assicurativo, con questa che poi andrà a rivalersi su quella adottata dal responsabile del sinistro;
  4. obbligo vincolante di riparare l’auto danneggiata entro un limite massimo di 60 giorni;
  5. la compagnia non avrà nessun potere di imposizione sull’officina o il centro a cui il conducente potrà rivolgersi per la sistemazione del veicolo;
  6. Nel caso in cui l’automobilista dovesse dare il suo assenso all’ispezione dell’automobile, spetta allo stesso da parte della compagnia assicurativa una forma di sconto;
  7. Possibilità di installare delle “scatole nere” a carico proprio, con riduzione del premio in misura minima prefissata;
  8. Abolizione dell’obbligo di proporre clausole contrattuali che vadano ad alleggerire i costi solo se siano parallelamente sottoscritte prestazioni medico-sanitarie o polizze aggiuntive.