Via il tagliandino dell’assicurazione dal parabrezza. Il controllo del pagamento del premio difatti verrà effettuato grazie al numero di targa del veicolo. Con questa mossa il Governo punta a regolarizzare tutto il parco auto nazionale, evitando la circolazione di veicoli sprovvisti di copertura assicurativa e la falsificazione dei bollini.

A partire dal 18 OTTOBRE, spiega La Stampa, tutte telecamere delle Ztl o degli autovelox dovranno essere omologate per poter comunicare se un veicolo è assicurato. Le compagnie assicurative, invece, «dovranno aggiornarsi e rendere possibile questo nuovo metodo di lettura entro il 18 aprile senza che ai conducenti vengano fatte multe».

Bisogna aggiungere, ad onor del vero, che in molte città italiane è già in funzione il targa system, strumento in dotazione alla polizia locale che consente di sapere subito, proprio esaminando il numero di targa, se un veicolo è assicurato e revisionato, oppure no.

Tuttavia con questo nuovo ulteriore provvedimento il Governo conta di azzerare completamente il numero di assicurazioni non pagate. Ricordiamo, per concludere, che le multe per il mancato pagamento dell’assicurazione vanno da 841 a 3.366 euro, oltre ovviamente al sequestro del veicolo. Dunque, si prospettano tempi durissimi per i furbetti…