L’Antitrust delibera una multa di 65.000 euro per la Società Sviluppo Commerciale per alcune campagne pubblicitarie riguardanti vendite “sottocosto” effettuate nella rete di vendita Carrefour. L’Autorità ha ritenuto che i volantini e le inserzioni sulla stampa potessero indurre in errore i consumatori.

Sotto accusa l’insufficiente chiarezza sulla durata della promozione, sugli articoli effettivamente venduti sottocosto e sui punti vendita nei quali era circoscritta l’iniziativa promozionale. Nel caso della Carrefour (Clicca qui) , così come in altri provvedimenti adottati in passato (Clicca qui) , l’Antitrust ha ribadito la necessità che i messaggi pubblicitari contengano tutti gli elementi utili ad orientare le scelte dei consumatori, evitando l’effetto di “aggancio” attraverso informazioni false o incomplete sulle caratteristiche delle offerte. Per maggiori informazioni visita la sezione Pubblicità ingannevole di Assoutenti (Clicca qui).