Roma, 8 Aprile 2014. Quando la badante si allontana definitivamente dalla casa dove presta servizio, senza comunicare nulla, cosa si deve fare?
Il caso ci e’ stato segnalato da un nostro associato che aveva una madre anziana assistita da una badante che, da un giorno all’altro, e’ scomparsa. Ovvi problemi di gestione per il nostro associato ai quali si e’ aggiunto il problema del che fare, considerato che la badante aveva eletto residenza anagrafica presso l’abitazione della anziana madre. La prima cosa che viene in mente e’ quella di denunciare la scomparsa alle forze di polizia ma non e’ cosi’.Vediamo.
E’ necessario comunicare il licenziamento alla badante con una lettera raccomandata con avviso di ricevimento. Gia’, dove, visto che la badante e’ volontariamente scomparsa e non se conosce la destinazione? La raccomandata va inviata all’indirizzo della persona assistita, cioe’ l’anziana madre, visto che coincideva con quello della badante. Dopodiche’, occorre comunicare all’Inps, sempre con raccomandata con avviso di ricevimento, che il contratto di lavoro e’ stato sciolto e al Comune, sempre raccomandata A/R, che la badante non risiede piu’ presso l’abitazione della persona assistita.
Come si suol dire, Kafka ci fa un baffo!

Primo Mastrantoni, segretario Aduc