No ai giocattoli contraffatti: vademecum Adiconsum.

Si fa sempre più strada il desiderio e la voglia – dichiara Pietro Giordano Presidente nazionale di Adiconsum – di fare regali ai propri figli e nipoti. Si recuperano sempre di più valori “antichi” e il gusto di acquistare prodotti di qualità.

La spesa media per famiglia sarà di circa 80 euro per un giro d’affari di circa 2 miliardi di euro, e riguarderà particolarmente l’acquisto di dolciumi, giocattoli, libri per bambini regali come matite colorate, vestiario, libri, video, musica, ecc.

Adiconsum invita ad effettuare acquisti sostenibili quali ad esempio dolciumi non confezionati e vestitini made in Italy, eliminando acquisti di prodotti superflui e contraffatti.

La contraffazione è un cancro che rischia di aggredire pericolosamente anche i bambini attraverso regali pericolosi per la salute, in tal senso Adiconsum ricorda le regole fondamentali per acquisti sicuri e di qualità:

  • Accertarsi che il giocattolo rechi il marchio CE, con la C e la E ci deve essere uno spazio adeguato. Quando la Ce la E sono attaccate si è in presenza di prodotti China Export;
  • Diffidare sempre di prezzi particolarmente bassi;
  • Controllare che vi siano il nome, il marchio, la ragione sociale del produttore e gli elementi che compongono il prodotto;
  • La confezione deve contenere il limite d’età;
  • I giocattoli contraffatti spesso non hanno una confezione rigida e sigillata;
  • Per i giocattoli elettronici devono esserci indicazioni riguardanti la pressione sonora (compresa tra gli 85 e i 115 decibel) e la tensione di alimentazione che non deve essere superiore ai 24 volt;
  • I giocattoli contraffatti sono realizzati con materiali economici che possono essere tossici e dannosi per i bambini;
  • Le istruzioni del giocattolo presenti nella confezione siano sempre anche in italiano;
  • Assicurarsi che il giocattolo non abbia pezzi piccoli che potrebbero staccarsi ed essere ingeriti dal piccolo e che i componenti non siano facilmente staccabili, appuntite o taglienti;
  • Segnalare sempre eventuali contraffazioni alle sedi Adiconsum (www.adiconsum.it) o alla Guardia di Finanza.