Il Codacons in collaborazione con l’Associazione Utenti Radiotelevisivi ha pubblicato oggi sui siti internet il modulo per fornire l’adesione all’azione collettiva che le due associazioni stanno studiando, volta ad ottenere il risarcimento per i danni derivanti dal black out che ieri ha colpito Wind Infostrada e la mail LIBERO.

Esistono tutti i presupposti per ottenere un risarcimento considerati gli elevati danni prodotti ai consumatori, molti dei quali rimasti isolati per quasi l’intera giornata di venerdì 13, ed impossibilitati ad utilizzare la mail – spiega il Codacons – Le ripercussioni più forti hanno riguardato coloro che usano un dominio libero.it per lavoro, complessivamente un numero imprecisato di italiani che il Codacons stima in almeno 1 cittadino su 4 coinvolto nei disagi di ieri.

L’associazione annuncia inoltre di aver preso già oggi contatti formali con Wind Infostrada per incontrare la società e chiedere un indennizzo automatico in favore dei propri clienti danneggiati. Considerato che il Codacons è l’unica associazione dei consumatori che ha già predisposto il modulo di risarcimento e avviato contatti con l’azienda, tutti i clienti Wind e i possessori di posta elettronica con dominio libero.it che intendano ottenere un rimborso per i danni patiti devono rivolgersi ai siti delle due associazioni.