Non affrettatevi a stipulare un nuovo contratto: ecco cosa fare

Sempre più spesso si rivolgono al nostro sportello consumatori che, incappati in un contratto non richiesto stipulato tramite call center, si rivolgono al loro vecchio gestore che prontamente invia loro nuova documentazione contrattuale facendoli passare preferibilmente al mercato libero. Così spesso il consumatore è indotto a cedere a questo nuovo contratto, ritrovandosi a pagare per le fatture del gestore disonesto e per quelle del nuovo.

Tale situazione comporta una sorta di accettazione del contratto “estorto” perché non appare come un contratto “non richiesto”. Il consiglio è quello di rivolgersi esclusivamente al gestore truffaldino in modo che inizi la procedura che, secondo le delibere dell’AEEGSI, in automatico riporterà il consumatore al vecchio gestore, riassegnandolo al mercato tutelato.

In che modo? Semplicemente inoltrando una raccomandata con ricevuta di ritorno al gestore che vi ha fatto il contratto non richiesto, nella quale denunciate che il contratto vi è stato “estorto”.

Ciò consentirà di far emergere la condotta incriminata con conseguente segnalazione all’Antitrust e, ove necessario,  l’inizio della procedura stragiudiziale in materia di energia che consentirà una più puntuale tutela del consumatore.

Per segnalazioni e informazioni contattateci a: http://codici.org/energia.html oppure allo sportello segreteria.sportello@codici.orgoppure contattateci al numero 06.5571996 dal lunedì al venerdì dalle ore 14 alle ore 18.