Tra Canone Rai, riforma tariffaria, e abrogazione del regime di Tutela l’aumento medio per ogni famiglia italiana nel solo 2016 sarà di 380€ ovvero il 45% di quanto pagano oggi.

Abbiamo fatto la media della famiglia tipo con le seguenti caratteristiche: 3 KW di potenza impegnata e 220 volt. 4 Persone, uso per elettrodomestici e illuminazione domestica. viene eslcuo il riscaldamento da pompe di calore.

Abrogazione della tutela: + 20% su 800€ = +200€

Riforma Tariffaria: + 80€ su 800€

Canone Rai: 100€

Aumento di potenza 4,5 KW/h : + 155€(una tantum)

Totale Aumenti sulla fornitura energia esclusa variazione potenza: 380€ + 45% sul consumo rispetto al 2015

 Tutto questo se escludiamo la favolosa opportunità che l’Autorità per l’energia sta spacciando come gratuita per i consumatori e che non lo è affatto ovvero quella di aumentare la potenza sul contatore.Totale aumenti sulla fornitura energetica per il solo 2016 con variazione di potenza: 535€ + 65% rispetto al 2015

Con una mistery call abbiamo parlato con un operatore chiedendo una simulazione di consumi ed ecco cosa è emerso!

Per un’ aumento di potenza da 3kw a 4,5kw la spesa sarà così suddivisa: 114€ Quota Potenza, 27,59€, oneri amministrativi, 10% iva, per un totale di 155euro!

Invece, per un aumento di potenza da 3kw a 6kw avremo; 228 Quota potenza, 27,55 Oneri accessori (poi cosa sono?) iva 10% per un totale di 281,62 euro!

“Quindi ci raccomandiamo” commenta ironizzando Luigi Gabriele di Codici “ di andare subito a comprare elettrodomestici come condizionatori, piastre a termoconduzione, e tutti gli apparecchi di alto consumo, tanto si risparmia, promettono! Noi abbiamo dimostrato quanto tutte queste promesse in realtà ci faranno spendere di più, ed è per questo che portiamo avanti la petizione contro la riforma del mercato dell’energia,  che potrete firmare cliccando qui #labollettagiusta”.