Poste Italiane, arrivano aumenti per pagare i bollettini ma rimane la via più economica
Da metà agosto pagare un bollettino postale costerà quanto un cono gelato o un biglietto dell’Atac, ovvero 1,50 euro. Grazie a CODICI, l’aumento non coinvolgerà i possessori di social card

Roma, 2015 – Poste Italiane aumenta i costi dei bollettini postali dalla metà di agosto: non più 1,30 bensì 1,50 euro. Per “nascondere” l’aumento, Poste Italiane ha deciso di chiamare questa variazione NUOVO PRICING, ma rimane comunque una beffa per i consumatori.

Tariffe per pagamento Bollettino UP

Attuale Pricing

Nuovo Pricing

Bollettini di conto corrente postale a sportello

da 1,30€ a 1,50€

Bollettini contrassegnati dalla sigla RAV o dal codice F35 a sportello

da 1,43€ a 1,63€

Bollettini a sportello attraverso il servizio multe online

da 1,79€a 1,99€

Bollettini di conto corrente postale a sportello effettuati da cittadini over 70 e dai titolari di social card

0,70€ invariato

Bollettini a favore dei conti del Dipartimento Trasporti terrestri (DTT)

1,78€ invariato

Tariffe per pagamento Bollettino canali Digitali

da Attuale pricing a Nuovo Pricing

Bollettini su canali telematici

da 1,00€ a 1,00€

Bollettini su canali digitali con carta di credito

1,00€ +1,25 % dell’importo del bollettino

Come si può osservare dalla tabella, l’aumento riguarda i bollettini di conto corrente postale allo sportello (+0,20 centesimi di euro), quelli contrassegnati dalla sigla RAV o dal codice F35 a sportello (+0,20 centesimi di euro) e quelli pagati allo sportello attraverso il servizio multe online (+0,20 centesimi di euro). Invariata la tariffa dedicata alle fasce più deboli della popolazione e quella per i pagamenti tramite i canali telematici.

Grazie all’intervento di CODICI poi, il pagamento dei bollettini allo sportello per i titolari social card è rimasto invariato a 0,70 centesimi di euro.

“Siamo soddisfatti per quanto riguarda il mancato aumento per i possessori di social card. Per quanto riguarda le altre variazioni, ricordiamo agli utenti che è possibile pagare i bollettini presso altri sportelli. Si può quindi evitare di pagare 1,50 di euro per una semplice operazione. ” dichiara Luigi Gabriele, Affari Istituzionali CODICI.

Nonostante tale aumento, Poste Italiane continua ad essere la “via” più economica per pagare i bollettini. Facendo infatti un confronto con alcuni istituti bancari, è possibile notare che in questi ultimi pagare i bollettini costa di più.

COSTO BOLLETTINI

Poste Italiane

1,50 euro

Intesa San Paolo

4,00 euro

Unicredit

2,58 euro + commissione postale

Monte dei Paschi di Siena

1,55 euro

BNL

5,00 euro

Si va da 1,55 euro che pagano i clienti del Monte dei Paschi di Siena, ai 2,50 euro pagati allo sportello di una filiale dell’UniCredit fino ad un massimo di 5 euro pagati presso gli sportelli della BNL. Prezzi decisamente alti e scandalosi per una operazione semplice e soprattutto molto frequente per i consumatori.

Sempre le banche, permettono di pagare i bollettini anche per via telematica. Quest’ultima è sicuramente più economica rispetto al pagamento presso lo sportello, ma prevede anche dei costi per quanto riguarda le commissioni. Anche prendendo in considerazione tale modalità, nel paragone rimane Poste Italiane la più conveniente.

Ipotizzando un bilancio, se ogni famiglia paga allo sportello, ogni anno, 6 bollette ad utenza, in totale 4, pagherà in bollettini 36 euro. Se si reca in banca, invece, potrebbe pagare per lo stesso servizio fino a 120 euro.