Walter MEAZZA, Presidente di Adiconsum nazionale:
Monitoreremo gli sviluppi e le conseguenze
sui diritti dei consumatori
che la Brexit comporterà
29 marzo 2017 – Il Regno Unito ha consegnato la lettera per l’attivazione dell’articolo 50 per l’uscita dall’Unione europea.

Stabilire quale sarà l’impatto che l’uscita del Regno Unito avrà in materia di politica di tutela del consumatore non è un’impresa agevole – dichiara Walter Meazza, Presidente nazionale di Adiconsum.

Mentre è probabile che le cose rimangano invariate, o quasi, per tutti quegli aspetti inerenti la protezione dei consumatori che sono stati normati da direttive (ad esempio contratti a distanza, pratiche commerciali scorrette, garanzia legale di conformità, ecc.) – prosegue Meazza –  nutriamo molte perplessità sulla permanenza di tutti quei diritti e tutele riconosciuti attraverso l’adozione di regolamenti che, ultimati i negoziati, non avrebbero più efficacia. Ci riferiamo al roaming, ma anche ai regolamenti in materia di trasporto dei passeggeri.

Nel periodo non breve in cui la Brexit diventerà effettiva, il nostro impegno – concludeMeazzasarà quello di monitorare, costantemente, gli sviluppi e le conseguenze di questo processo per l’Europa e per i diritti dei consumatori per informarli in maniera corretta.