Si possono tranquillamente chiamare, senza abusare del termine, famiglie allargate: parliamo di quelle che in Italia possiedono almeno un animale domestico. Sono oltre la metà (55%) con punte del 60% al Nord Ovest ed al Centro, le famiglie italiane che hanno accolto in casa un cane, un gatto, un pesce un uccellino o un roditore.

Secondo uno studio effettuato da ALES Market Research sui nuclei con bambini in età scolare, riportato sul sito meteoweb.eu, è il cane l’animale più amato dalle famiglie italiane: circa il 52% di esse, difatti, ne possiede almeno uno. A seguire il gatto (33%) e il pesce (24%). C’è affetto anche per uccellini e roditori, presenti rispettivamente nel 13% e nel 9% delle case della penisola, con punte massime nelle zone meridionali.

Tra le ragioni che hanno convinto le famiglie ad “adottare” un animale, la responsabilizzazione dei propri figli, invitandoli a prendersene cura.