Il Codacons contesta fortemente la decisione di portare a 10 le rate del canone Rai da pagare attraverso le bollette della luce, approvato oggi con un emendamento alla Legge di Stabilità.

“Siamo passati “ dalla padella alla brace” – afferma il Presidente Carlo Rienzi – Già le precedenti ipotesi di far pagare il canone in una o due rate annue avrebbero generato problemi, ma adesso, con i 10 versamenti previsti, sarà il caos. Ci chiediamo infatti cosa avverrà in caso di morosità sulle bollette elettriche, o qualora l’utente decida di pagare solo la parte relativa alla fornitura elettrica e non quella relativa al canone. Chi si occuperà della riscossione e dei controlli? La Rai? Il gestore dell’energia? L’Agenzia delle Entrate? E come divincolarsi nel caso in cui l’utente paghi solo una parte, ad esempio 9 rate del canone, ma non l’ultima?”.

“La scelta di inserire il canone Rai in bolletta era e resta una follia. Per tale motivo il Codacons impugnerà i relativi provvedimenti nelle sedi opportune, per contrastare tale decisione e tutelare gli interessi dei cittadini” – conclude Rienzi.