E’ tra le imposte piu’ indigeste quella che si deve pagare, entro il 31 gennaio, per il possesso di un televisore. L’importo della tassa, per quest’anno, e’ 113,50 euro. Chi deve pagare? Tutti coloro che possiedono un televisore, a prescindere dall’utilizzo dei canali RAI. Insomma, e’ una imposta di possesso, si potrebbe anche non utilizzarlo mai, ma si paga comunque.

Proprietari e inquilini sono tenuti al pagamento anche se si ha un altro abbonamento con un canale satellitare. Avere piu’ televisori in casa, o anche nella seconda abitazione, non comporta il pagamento di piu’ imposte ma di una sola, cioe’ 113,50 euro.

Sono esentati dal pagamento coloro che hanno piu’ di 75 anni e hanno un reddito proprio e del convivente non superiore a 516,46 euro mensili per tredici mensilita’, comprensivo di altri redditi (1). Se il titolare dell’abbonamento e’ morto, gli eredi possono chiedere la disdetta con una comunicazione all’Agenzia delle Entrate specificando luogo e data del decesso. Coloro che non intendono usufruire del televisore e, quindi, non pagare l’imposta possono chiedere che il televisore sia “suggellato” o cederlo a terzi (2).

Qui il canale web che l’Aduc ha dedidcao a questa imposta: clicca qui

(1) clicca qui

(2) clicca qui

Primo Mastrantoni, segretario Aduc