Anche le polpettine svedesi, servite nei punti ristoro dell’Ikea, contengono tracce di carne di cavallo. Lo scandalo ha toccato anche il colosso dell’arredamento low cost: gli ispettori che vigilano sulle derrate alimentari in Repubblica Ceca hanno trovato carne di cavallo in campioni di polpettine dell’Ikea di Brno ed hanno inviato notifica al sistema di allerta europeo. Ikea ritira subito il lotto in questione, anche in Italia.

Immediata la replica di Ikea che fa sapere di aver già ritirato il lotto di polpettine in questione dai negozi Ikea, tra cui ci sono negozi italiani. Un campione proveniente da quel lotto di produzione è stato, infatti, prelevato in Italia ed entro domani sera si avranno i risultati dell’indagine che l’azienda sta svolgendo.

Due settimane fa l’azienda aveva avviato un’analisi del Dna di tutti i prodotti presenti nell’assortimento Ikea – fa sapere l’azienda in una nota ufficiale – I 12 campioni testati finora e provenienti da diversi lotti di polpette non hanno mostrato tracce di carne equina.

Rispetto al lotto sul quale le autorità della Repubblica Ceca hanno trovato tracce di carne equina, Ikea sta avviando ulteriori test e nei prossimi giorni sarà in grado di dare maggiori informazioni in merito. “Non tolleriamo alcun ingrediente diverso da quelli indicati nelle nostre ricette, garantite attraverso precisi standard, certificazioni e analisi di prodotti compiuti da laboratori accreditati – scrive l’azienda – Ikea lavora a stretto contatto con tutti i fornitori di materie prime, alimenti trasformati e servizi per garantire che il nostro codice di condotta sugli acquisti venga seguito e messo in pratica. IWAY è il nostro codice di condotta dei fornitori e stabilisce norme minime valide per tutti i fornitori”.

Fonte: www.helpconsumatori.it