Roma, 15 giugno 2017 – Carlo De Masi è il nuovo Presidente ADICONSUM. Lo ha eletto l’Assemblea in occasione del VII Congresso Nazionale dell’Associazione difesa Consumatori e Ambiente sostenuta dalla Cisl.
Il neo Presidente ha una lunga militanza nel mondo del sociale, tra l’altro è stato per 12 anni il Segretario Generale della FLAEI, la Federazione degli elettrici della Cisl.
Il suo primo discorso da Presidente ADICONSUM
  

Laureato e iscritto all’albo professionale. Ha ricoperto l’incarico di Presidente del Collegio Sindacale del FISDE (Fondo Integrativo Sanitario per i Dipendenti del Gruppo Enel e delle altre Aziende elettriche associate), dell’ARCA (Associazione per le Attività Ricreative, Culturali e Assistenziali dei Dipendenti del Gruppo Enel e delle altre Aziende collegate) e della Fondazione Enérgeia.Dal 2005 è Presidente del CdA della Fondazione Enérgeia, che opera, senza fini di lucro, con la finalità di promuovere “la crescita culturale e morale dei lavoratori” e sviluppare attività formative e scientifiche relative alle tematiche sociali, solidali, del lavoro, dell’energia e dell’ambiente.

Nel 2009, ha ricevuto il Premio Aquila d’Oro nella Sezione “Attività Sindacali”, destinato a personaggi che si sono distinti per il particolare impegno sociale profuso, con la seguente motivazione: “per aver introdotto nella sua struttura sindacale di riferimento una innovazione culturale e sociale, attraverso lo studio e la ricerca che vedono l’uomo, prima che un lavoratore, una persona titolare di diritti inalienabili”. Ha ricevuto il premio “Personaggio dell’anno” al Columbus Day negli Stati Uniti, per il suo impegno a favore dei lavoratori elettrici.

Ha prestato particolare attenzione al rapporto con l’Associazionismo ambientalista, che privilegia la politica del fare nell’interesse della collettività, in collaborazione con le Associazioni “Ambiente e Società”, “Fare Ambiente” e “ANTA”, con iniziative comuni tese a diffondere una cultura dell’energia al servizio dello Sviluppo, della Pace e della Sostenibilità ambientale e sociale.

Ha dato impulso, nel 2015, alla costituzione di ESF (Elettrici Senza Frontiere) Italia, diventandone Vice Presidente. L’Associazione si propone di studiare, promuovere, realizzare e stabilizzare progetti di supporto allo sviluppo, di solidarietà e di cooperazione in favore di popolazioni disagiate nel settore dell’energia, integrando i servizi associati, contribuendo alla soddisfazione dei fabbisogni come la salute, l’educazione, l’accesso all’acqua, lo sviluppo economico. Detta Associazione è gemellata con analoghe Associazioni in Francia e in Germania, in USA e, a breve, in Spagna.

È autore di saggi e studi sul mondo del lavoro, le opportunità del sociale per lo sviluppo dell’economia, si è interessato, inoltre, di etica ed industria.