Konsumer Italia e Acu prendono atto con rammarico, ma anche con un certo sdegno per come si sta gestendo la vicenda, che Il Salvagente, storico settimanale che per 23 anni ha raccontato e difeso con professionalità e competenza i diritti dei consumatori, è fallito e ha chiuso le pubblicazioni. Sia la testata che il relativo sito web, in liquidazione amministrativa coatta dal 3 novembre 2014, sono spariti dal panorama editoriale con l’inizio del nuovo anno, nell’indifferenza generale. Konsumer Italia e Acu si schierano al fianco della redazione e di tutti i dipendenti della cooperativa che rischiano il licenziamento collettivo: «Siamo vicini ai giornalisti, ai poligrafici e a tutti i lavoratori della Cooperativa – commenta il Presidente di Konsumer Italia Fabrizio Premuti − chiediamo l’intervento dello Stato a sostegno dell’unica testata italiana a difesa dei consumatori; un Charlie Edbo incruento, il cui effetto è dirompente e lascia la stampa italiana priva di una voce unica nel proprio panorama. Mi lascia inoltre sconcertato l’intenzione di vendere la testata senza il proprio valore aggiunto, rappresentato dai giornalisti e dalla redazione tutta». Stupisce, infatti, la decisione presa dal Commissario Liquidatore Stefano Battistini, nominato dal Ministero dello Sviluppo Economico, di «sospendere le pubblicazioni senza mai incontrare l’assemblea dei lavoratori, e di avviare i licenziamenti collettivi subito prima delle festività natalizie e subito dopo aver ricevuto una proposta di acquisto della testata da parte di Editoriale 90, facente capo all’imprenditore Matteo Fago» − accusano i giornalisti del settimanale, che aggiungono: «Il Commissario ha deciso che andiamo licenziati e non vuole nemmeno accordarci la cassa integrazione a zero ore. In più, non ha mai promosso un incontro tra l’acquirente e i lavoratori nel tentativo di salvaguardare il maggior numero di posti di lavoro e non vuole dirci il valore dell’offerta presentata. Sappiamo per certo che il signor Fago è interessato solo alla testata e non a chi ci lavora, e potrebbe aggiudicarsela a un prezzo stracciato senza i lavoratori che ne hanno costruito la storia». Matteo Fago, già azionista di maggioranza de L’Unità (quotidiano fallito ad agosto 2014), è attualmente editore anche del settimanale Left: «Esprimiamo la nostra solidarietà ai colleghi di Left che stanno vivendo un momento drammatico come il nostro, alle prese con lo stesso imprenditore e con lo stesso progetto di acquistare la testata lasciando a casa la redazione che da anni, con molti sacrifici, manda avanti il settimanale» − conclude il comunicato de Il Salvagente. Il futuro dei giornalisti della Cooperativa è ora nelle mani del Ministero del Lavoro che incontrerà nei prossimi giorni le rappresentanze sindacali dei lavoratori. In attesa, e nella speranza, che il Governo intervenga per non silenziare la voce dei consumatori, Konsumer Italia e Acu urlano a gran voce: “IO SONO IL SALVAGENTE”.