Il Codacons esprime soddisfazione per l’istruttoria aperta dall’Antitrust su Ferrovie dello Stato volta ad accertare un abuso di posizione dominante per favorire Trenitalia.

“Occorre fare chiarezza sul comportamento delle Ferrovie, perché qualsiasi ostacolo alla concorrenza e all’ingresso di nuovi operatori sul mercato si traduce in un danno per gli utenti finali – spiega il Presidente Carlo Rienzi – In particolare l’abuso di posizione dominante ha due effetti negativi sui consumatori: da un lato impedisce la riduzione delle tariffe ferroviarie che avverrebbe in un mercato realmente concorrenziale, dall’altro riduce la possibilità di scelta per i consumatori, perché ostacola o arresta l’attività di altri operatori”.

Dal Codacons arriva però anche un invito all’Antitrust: “Invitiamo l’Autorità ad indagare sulle Ferrovie non solo su impulso di Ntv, ma anche a seguito delle denunce presentate dalle associazioni dei consumatori – prosegue Rienzi – In passato infatti, di fronte a comportamenti palesemente lesivi dei diritti degli utenti (come nel caso dei blocchi dei treni per maltempo) l’Antitrust non ha assunto adeguati provvedimenti nei confronti di Trenitalia”.