Avete preso una multa salata per sosta sulle strisce blu? Se il parchimetro non ha il bancomat, la multa non va pagata!
Con la modifica introdotta con la legge di Stabilità 2016, è stato infatti reso necessario che i dispositivi di controllo del parcheggio, sulle aree di sosta a pagamento, siano attrezzati in modo da accettare anche le carte di credito o di debito (bancomat), a meno che il Comune non ne dimostri «l’oggettiva impossibilità tecnica».

Una recentissima sentenza del Giudice di Pace di Fondi (provincia di Latina) lo ha infatti ribadito.

Quindi “Gli automobilisti, in mancanza di dispositivi attrezzati col bancomat, potranno ritenersi autorizzati a parcheggiare gratis e senza il rischio di essere multati”.

Tutto da rifare per i Comuni che pertanto dovranno ora rinnovare i parchimetri collocati in corrispondenza delle strisce blu.

Quindi è ora possibile elencare come possibili motivi di impugnazione di una multa i seguenti:

– mancato funzionamento del parchimetro;

– l’eccessiva distanza del successivo apparecchio funzionante;

– parchimetro non attrezzato al pagamento con bancomat o carte di credito.

Se il tuo caso rientra in questa casistica, puoi contattare l’Associazione di Consumatori CODICI, per l’assistenza legale nell’impugnazione della multa cliccando su questo LINK e compilando il modulo predisposto, il consulente legale ti risponderà quanto prima!

Oppure puoi contattare direttamente lo sportello al numero 06.5571996 o inviare un’email a segreteria.sportello@codici.org. Lo sportello è aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00.