Alzi la mano chi non ha mai acquistato le piade pronte al supermercato! Confesso che io l’ho fatto, più e più volte. Anzi, in un’estate in Emilia-Romagna mangiai così tante piadine che credo stia ancora smaltendo tutto quel grasso animale accumulato. Eh sì, purtroppo le cose buone della vita o sono immorali o fanno ingrassare e la piada è tristemente contenuta in questa seconda categoria visto che viene preparata con del “sano” strutto! Ma io sono una testona e quando cucino cerco sempre di trovare delle alternative che siano gustose ma perlomeno light! Ed ecco qui la piadina sprint, fatta in casa (quindi questo ci dà anche un certo orgoglio) ma soprattutto dietetica o quasi! Provatela e soprattutto conteggiatene 2 a testa perchè la mia ricetta, a differenza di quella originale, permette di mangiarne anche più di una senza sentire quell’immediato senso di gonfiore e pesantezza che nemmeno dopo il pranzo di Natale!

INGREDIENTI PER 4 PIADINE

200 gr di farina 00 (io ho fatto metà 00 e metà integrale)

110 gr di acqua a temperatura ambiente

15 gr di olio d’oliva

½ cucchiaino di sale una puntina di bicarbonato

PROCEDIMENTO

In una ciotola mettere la farina e al centro versare i liquidi dove avrete sciolto sale e bicarbonato. Formare una palla e lavorarla fin quando non sarà liscia e compatta. Metterla nella pellicola trasparente e lasciarla riposare. Io la lascio anche diverse ore, magari la preparo a pranzo e poi cuocio le piade nel tardo pomeriggio. Passate diverse ore dividere il panetto in 4, arrotondare ogni pezzo e poi, su un piano infarinato, stenderle in una sfoglia sottile, quasi traparente. Far scaldare una piastra (ma io ho provato anche in una padella antiaderente abbastanza larga e va bene uguale) e poi metterci a cuocere la piadina. Se fa delle bolle non preoccupatevi perchè sta andando tutto nel verso giusto! Far cuocere una paio di minuti per lato e poi mettere in un piatto e coprire con un canovaccio. Procedere così per tutte le altre e quando sono ancora calde metterle in un sacchetto di plastica, quelli del congelatore, in questo modo con l’umidità che si crea la piadina si manterrà bella morbida. Quando poi dovrete farcirla basterà procedere come per quella confezionata. Io personalmente la preferisco in modo classico: crudo, rucola e squaquerone! Fatemi sapere qual è la vostra farcia preferita! Alla prossima ricetta   Fede