Se tutte le diete cominciano solitamente di lunedì, quella post pasquale inizia dal martedì perché c’è di mezzo Pasquetta, il gran finale di un weekend a dir poco devastante dove tutti, chi più chi meno, fanno strappi alla regola. Come rimettersi in pista, depurandosi senza esser costretti a fare la fame? La primissima cosa da evitare è il digiuno, inutile e stressante per l’organismo.

Molto meglio affidarsi a soluzioni collaudate, come ad esempio la dieta del minestrone, che garantisce nutrimento e consente di “sgonfiarsi” abbastanza velocemente. Tuttavia, anche per questa dieta “est modus in rebus”: mangiare minestrone a pranzo e cena sette giorni su sette, permette di arrivare a perdere anche 5 kg in una settimana, ma ci fa anche litigare con il cibo e ci deprime.

La cosa migliore da fare, quindi, è sempre la stessa: optare per un’alimentazione completa, leggera sì ma variabile, bevendo molto. Proprio oggi, ad esempio, Francesca Marino di nutrirsibene.net, ci ha dato su Leggo.it alcuni interessanti suggerimenti, semplici da applicare, che richiedono qualche piccolo sacrificio e tanta buona volontà:

  • Bere almeno due litri di acqua al giorno, per garantirsi il buon funzionamento dei reni, del fegato ed un’accelerazione del metabolismo.
  • Mangiare frutta, verdura, pesce, carne bianca e pasta poco condita.
  • Non mangiare fritti, carni rosse, dolci e cibi troppo elaborati, in scatola o preconfezionati.
  • Fare movimento, anche una semplice passeggiata di almeno 5 km.