I dati Istat sulle vendite al dettaglio del 2013 attestano la gravissima crisi che stanno attraversando i negozi di vicinato nel nostro paese. I piccoli negozi, le botteghe e i punti vendita di vicinato hanno visto infatti crollare le vendite del -2,9% – spiega Comitas, l’associazione delle microimprese italiane – Un trend negativo che prosegue oramai da anni, lasciandosi dietro una scia di vittime: dal 2011 al 2013 hanno chiuso i battenti in Italia circa 93.500 piccoli negozi, schiacciati dalla crisi economica e dal calo dei consumi operato dalle famiglie.

Di questo passo – prosegue Comitas – i negozi di vicinato rischiano di scomparire definitivamente dalle nostre città, a tutto vantaggio delle grandi catene commerciali straniere. Il Governo deve dunque impegnarsi a salvare il piccolo commercio al dettaglio con provvedimenti ad hoc urgenti tesi a rilanciare le vendite e ridurre la pressione fiscale in capo ai titolari di attività commerciali.