Roma, 22 luglio 2015 – Con i consumi congelati e la ripresa economica ancora lontana, risulta essere alta la fetta di popolazione che non possiede molte risorse economiche o che è costretta a forti limitazioni. Ad incidere sulla situazione già problematica, la mancanza di interventi decisi da parte del Governo che dovrebbe invece rimettere subito i soldi in mano degli italiani.

 Come anticipato in una recente intervista su lindro.it, Codici chiede una NEW DEAL per la ripresa dei  Consumi

“Servono con estrema urgenza il lavoro, l’aumento del reddito disponibile e le agevolazioni ai consumi e agli investimenti” dichiarano Ivano Giacomelli Segretario Nazionale e Luigi Gabriele Affari Istituzionali CODICI.

Si è passati ormai da un’economia basata sullo spreco a un’economia fondata sull’efficienza dei consumi e sulla partecipazione collettiva (share economy). Il consumatore si è trasformato in un survivor, che cerca disperatamente di sopravvivere alla crisi economica,

La new economy e la share economy sono il presente e si crede che siano soltanto il futuro. E’ necessario regolamentare in maniera decisa e convinta questi due fenomeni economici, affinché si evitino preoccupanti casi come quelli in cui si ferma Uber Pop e si ammette che non vi siano Pos a bordo dei taxi.

“Bisogna bloccare il prelievo fiscale e dare seguito a un vero e proprio new deal dell’uso del denaro pubblico. E’ necessaria una rigorosa trasparenza, una seria efficienza ed una maggiore efficacia quando si gestisce il denaro dei cittadini. Non possono essere più ammessi gli sprechi oppure i debiti a carico delle future generazioni” affermano Ivano Giacomelli Segretario Nazionale e Luigi Gabriele Affari Istituzionali CODICI.