Roma, 20 Ottobre 2015. Aumentare l’uso del contante dagli attuali 1000 euro a 3000? Sulla proposta del governo si e’ scatenato il solito “diBBbattito”, Ad iniziare dal bar dello sport per finire nei “tolkscio'” televisivi, dove l’argomento e’ stato l’occasione per esibizioni da arena, con finti gladiatori a gareggiare e qualche capro espiatorio da immolare; si e’ continuato con le dichiarazioni di mea culpa del ministro all’Economia, Padoan, che ha cambiato idea (d’altronde Darwin sosteneva che le specie che sopravvivono sono quelle che piu’ si adattano), con Bersani che, da Marte, annuncia che il limite piu’ alto favorisce l’evasione, dimenticando che nel nostro Bel Paese “l’economia informale” vale tra i 250 e i 290 miliardi di euro e se ne frega dell’aumento del contante e, infine, con le dichiarazioni dei servitori dello Stato che da una parte asseriscono che la riduzione della soglia non ha eliminato la corruzione e dall’altra che puo’ aumentare la criminalita’.
Finito il caffe’ al bar me ne vado con un arrivederci a un nuovo “diBBbattito” sul nulla.