I dati raccolti dall’Osservatorio Supermoney parlano di giovani under 35 con un conto corrente online spesso con un saldo inferiore ai mille euro.

Tra i giovani italiani under 35, uno su tre ha il conto corrente online con meno di mille euro di saldo. È il dato più interessante che emerge dallo studio di SuperMoney effettuato ad oggi su un campione di 10 mila domande pervenute al sito da gennaio 2013. Il conto online dei ragazzi italiani sembra essere in una situazione preoccupante, se si pensa che il 27% dei richiedenti non supera i mille euro di giacenza.

Il trend era stato già rilevato da SuperMoney questa primavera, e la situazione da quel momento fino ad oggi (lo studio è stato effettuato sul periodo gennaio-settembre, e tenendo conto della panoramica generale, ndr) non è cambiata. Oltre la metà dei correntisti hanno dichiarato di avere un’operatività bancaria molto bassa (il 54,41%), cosa che consente di amministrare il conto tramite home banking, ma impedisce di avere una carta di credito, per esempio.

Ecco l’analisi di Andrea Manfredi, AD di SuperMoney: “I dati su under 35 e conti correnti purtroppo non ci sorprendono. Come si potrebbe, del resto, richiedere una carta di credito se non si può offrire alla banca alcuna garanzia sul proprio reddito? Già la nostra ricerca di aprile aveva fotografato una situazione difficile per gli italiani, costretti ad attingere ai propri risparmi per le spese quotidiane.”

Manfredi ha poi continuato: “Abbiamo voluto tuttavia concentrarci sui giovani, rispetto ai quali tanto si dice e poco si fa
. Forse sarebbe ora di rimettere mano seriamente alle politiche del lavoro: allora sì, che i conti correnti di giovani e meno giovani tornerebbero a ispirare sicurezza”.

I dati pervenuti a livello regionale parlano di una differenza tra Nord e Sud Italia non molto marcata: la regione più virtuosa per gli under 35 è quella delle Marche con 6.644,03 euro di deposito medio. Il Molise invece è quella con i conti più in rosso con una media di 1.632,36.