Best Practice per combattere la contraffazione online

Di Jerome Sicard, Regional Manager, Southern Europe di  MarkMonitor®

Ora che la stagione dei saldi invernali è passata, è il momento opportuno per valutare le lezioni apprese durante questo periodo e preparare il vostro marchio per il successo nei canali digitali. Una tendenza allarmante è il numero crescente di falsari esperti che si rivolgono agli acquirenti online, soprattutto a coloro che cercano occasioni. Ecco alcune best practices da seguire per salvaguardare i propri clienti.

In primo luogo, è necessario prestare attenzione ai termini di ricerca che hanno a che fare col vostro marchio. I contraffattori collegano il vostro brand con termini simili grazie al search engine marketing per guidare i clienti verso i propri siti. Che ci sia lo sconto o no – non perdete un cliente a causa di una brutta esperienza di marca dopo aver appreso che il prodotto acquistato attraverso una ricerca correlata a “sconti” è un falso. Siate sempre un passo avanti ai falsari e acquistate i termini di ricerca come “sconto”, “outlet” e “affare”.

I contraffattori cercheranno anche di attirare i cacciatori di occasioni per la registrazione di nomi a dominio, tra cui marchi popolari e termini come “buon mercato”, “outlet” o “sconto” – brandoutlet.com o cheapbranddeals.com. Anticipate i falsari e non lasciate che beneficino di questa pratica, nota come cybersquatting. Registrate nomi a dominio con questi termini al fine di garantire che i potenziali clienti a trovino il vostro sito durante la ricerca.

I truffatori possono facilmente rappresentare un marchio anche attraverso i canali dei social media. Si tratta di un problema trasportato nel digitale: i contraffattori promuono siti e-commerce che vendono beni contraffatti tramite lo spoofing di account di social media. Con la pubblicazione di link su profili falsi o false pagine con il logo e la foto del prodotto reale del vostro marchio, possono ingannare i consumatori ad acquistare merci contraffatte.

La chiave è quella di evitare che questi impostori inducano i consumatori a pensare che stiano trattando con il vostro marchio. Create account per il vostro marchio su tutti i canali dei social media standard e emergenti, con la verifica dell’account quando possibile. Monitorate i canali dei social media per evitare la rappresentazione e l’uso improprio di termini di marca su base continuativa. I siti dei social media vogliono offrire ai loro utenti “esperienze di marca positive”, e nei Termini di Servizio di solito sono fornite linee guida su come agire contro i contraffattori.

Ogni volta che un acquirente incontra il vostro brand online e  viene intercettato da un falsario, rischiate di perdere guadagni e la fidelizzazione dei clienti. Con l’aumento del traffico web legato alla ricerca di affari è necessario proteggere il marchio e i prodotti dai contraffattori e stare al passo del loro gioco.