Tutti i sofisticatoni che con le loro diete alternative credono di stare avanti rispetto agli altri dovranno ricredersi. Per poter aspirare a vivere il più possibile bisogna semplicemente mangiare sano e italiano. Secondo uno studio condotto dall’ospedale Brigham ad Women di Boston e pubblicato sul British Medical Journal, la Dieta Mediterranea è quasi un “elisir della longevita”, in quanto influenza positivamente l’attività della telomerasi, l’enzima che ostacola l’accorciamento dei telomeri, estremità dei cromosomi che regolano la longevità.

“La metanalisi (1966-2008) di tutti gli studi sul rapporto tra Dieta Mediterranea, malattie croniche e mortalità – commenta Pietro Migliaccio, nutrizionista e presidente della Società italiana di scienza dell’alimentazione – ha determinato la riduzione del 9% della mortalità per malattie cardiovascolari, del 6% dei tumori e ha ridotto del 13% l’incidenza del Parkinson e dell’Alzheimer, difendendo la salute e la vita delle cellule di tutto l’organismo e, appunto, contrastando l’accorciamento dei telomeri”, vale a dire l’estremità dei cromosomi che regolano la longevità.

In altre parole gli alimenti tipici della Dieta Mediterranea come la pasta, il pane, i legumi, l’olio extravergine di oliva, il pesce, la frutta e la verdura sono alla base della nostra salute e longevità.