fonte:adiconsum
Le prestazioni degli aspirapolveri, a detta della portavoce della Commissione europea per l’energia, Marlene Holzner, saranno le stesse, ma avverranno con un consumo energetico inferiore. Questo comporterà bollette più leggere per i consumatori europei.

Ciò permetterà anche, almeno si spera, di raggiungere l’obiettivo del 20% di efficienza energetica entro il 2020, obiettivo che si prefigge la direttiva sull’efficienza energetica, la stessa che ha regolamentato le prestazioni di lavatrici, frigoriferi e anche aspirapolveri. Questi ultimi, tra l’altro, fra tre anni, subiranno un nuovo stop: potranno essere commercializzati solo i modelli con non più di 900 Watt.