Fonte:oipamagazine.it

In tempo di crisi economica le spese per i servizi rappresentano una voce considerevole per i bilanci delle famiglieMercato, consumatori e regolatori, cercano nuovi modelli di riferimento che tengano conto di elementi innovativi di valutazione comportamentale e di consumo come quelli elaborati dal BES (Benessere equo e sostenibile). Di questo e di tanto altro si è discusso nel corso del Workshop #dalpilalbes organizzato dall’associazione consumatori Codici presso la sede del Cnel.
Ad illustrare la teoria psicologica del BES (elaborata per la prima volta nel 1913 dall’americano John B. Watson e approfondita poi da Edward Tolman) e a spiegare perché il Prodotto interno lordo è divenuto oramai un termometro dello sviluppo superato nella società moderna, è stato  il dott. Stefano Bruni (GDL sul BES, CNEL/ISTAT).

Quella di venerdì è solo la prima di cinque tavole rotonde dedicate a diversi temi: Energia – servizi finanziari(21 marzo), mobilità (14 aprile), tlc e media (maggio) e Pubblica Amministrazione (giugno). L’obiettivo finale è quello di dar vita ad un piano nazionale di Informazione al Consumo, con il partenariato dei Ministeri, Autority, Codici e delle aziende.

Media partner dell’eventoConsumerismo.itEnergiaMedia (industriaenergia.it), oipamagazine.it espazioconsumatori.tv. Con la presenza in sala di: helpconsumatori.it , oipamagazine.it, spazioconsumatori.tv e Team Avoicomunicare. Rivivi la diretta Twitter: #dalpilalbes

Guarda con le video-interviste ai partecipanti del Workshop #dalpilalbes: