Il Ddl concorrenza non va sospeso fino a nomina del nuovo Ministro dello sviluppo economico, ma va annullato del tutto e riscritto nuovamente, affinché diventi un provvedimento realmente utile al paese e agli utenti.

Ad affermarlo il Codacons, dopo lo stop al disegno di legge comunicato dal sottosegretario al Mise, Antonio Gentile.

“Dall’rc auto alla telefonia, dall’energia ai contratti, il ddl concorrenza contiene numerose misure che non solo non determinano vantaggi per i consumatori, ma addirittura rischiano di peggiorare la loro condizione e introdurre costi a loro carico – spiega il Presidente Carlo Rienzi – Per tale motivo riteniamo che il ddl vada del tutto cancellato, e riscritto con la collaborazione delle associazioni dei consumatori. In tal senso il Codacons offre la propria consulenza gratuita al Governo, affinché si arrivi ad un testo realmente utile alla concorrenza, al paese e ai cittadini” – conclude Rienzi.