Denunciato all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato lo spot di Pino, il pinguino di Vodafone. La spiegazione dell’azione legale, che riguarda un video della campagna #cosedanoncredere, è stata fornita da Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, sulle pagine di www.consumatori.it:.

Nodo della questione è la parola “illimitatamente” pronunciata da “Pino, il pinguino canterino”. Tale avverbio, difatti, “farebbe pensare di poter mandare tutti i messaggi che si desidera e usufruire di un traffico Internet infinito pagando un canone fisso di poco più di 10 euro: in realtà – continua Dona – l’offerta prevede un volume complessivo di dati pari ad 1 GB al mese e, come si legge sul sito Vodafone, al raggiungimento della soglia mensile sino al successivo rinnovo dell’offerta ‘la velocità di navigazione si riduce a 32 Kbps senza costi aggiuntivi. Quindi, in sostanza, la velocità si abbassa a livelli tali da rendere impossibile la navigazione, tanto che i consumatori, saranno costretti ad attivare un servizio aggiuntivo con un ulteriore esborso di denaro”. La pubblicità offerta “Vodafone unlimited”, pertanto, è stata denunciata all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.

Approfondimento