Spiraglio per i clienti Volkswagen: ieri si è riunito il Cncu, in audizione l’amministratore delegato Massimo Nordio per Volkswagen Italia e il direttore generale Maurizio Vitelli del Ministero dei trasporti. Su richiesta di Furio Truzzi, presidente di Assoutenti, e diGiovanni Ferrari, presidente di Casa del Consumatore, anche a nome di Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici, e in generale di Rete Consumatori Italia, l’amministratore delegato Nordio ha accolto la richiesta di aprire un tavolo dove valutare l’informazione trasparente in merito alla situazione, l’ipotesi di risarcimenti e le attività collegate per il rispetto dei diritti dei clienti di Volkswagen. 

Furio Truzzi ha espresso soddisfazione per questa apertura, che potrebbe rappresentare una svolta decisiva nelle note vicende di Volkswagen e delle cause collettive al momento giacenti nei tribunali italiani. “Spero proprio che questo tavolo serva a dare risposte concrete ai consumatori“, ha dichiarato Truzzi.

Altra importante decisione presa dal Consiglio è stata quella di audire il Ministero dell’economia e Raffaele Cantone, Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione – A.N.AC. in merito alla vicenda relativa ai decreti salva-banche sia per i titolari di posizioni delle banche fallite, sia per interventi più decisi contro la speculazione in atto, che sta minando ulteriormente il già fragile sistema bancario italiano.