“Uno sconto e un bonus per le vittime del black out di Wind dello scorso 13 giugno: è un buon risultato che ci auguriamo soddisferà anche le centinaia di consumatori che si sono rivolte alla nostra associazione per denunciare il disservizio”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (http://www.consumatori.it), in riferimento a quanto emerso dalla riunione di ieri tra le associazioni dei consumatori, l’operatore telefonico e l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni.
“Nei prossimi giorni -aggiunge Dona (segui @massidona su Twitter)- coloro che si sono rivolti ai nostri sportelli entro il 16 luglio riceveranno una comunicazione con tutte le indicazioni per ricevere il rimborso. Intanto ecco, di seguito, il piano approvato:
– per le ricaricabili: 1 GB di navigazione gratis per coloro che hanno attivo un piano dati, un bonus del 20% per tutte le ricariche effettuate nelle 48 ore seguenti all’attivazione dell’opzione (con un valore massimo di 50 euro di bonus). Il bonus sarà spendibile entro 30 giorni dalla data dell’attivazione e con priorità rispetto al credito pagato;
– per gli abbonati mobile e fisso: sconto nella prima fattura utile, entro 2 mesi, di 2,50 euro più 1 GB di navigazione gratis per utenze business. Nel caso in cui gli utenti business della rete fissa non abbiano l’opzione internet, saranno riconosciuti 5 euro”.
“L’incontro di ieri -conclude l’avvocato Dona- ha rappresentato un importante momento di confronto che ci auguriamo segni un punto di partenza per una nuova stagione di dialogo costruttivo tra le aziende e i consumatori”.