Ormai è chiaro, non ci sarà mai unità nelle associazioni consumatori, nemmeno sulle battaglie per la difesa degli interessi comuni. Modalità, scopi e politiche diverse, che dividono i due blocchi della rappresentaza dei consumatori italiani.

La prova? A soli due giorni di distanza due diversi comunicati con sigle diverse, recanti medesime richieste in tema di ENERGIVORI. Il primo di ACU,Altroconsumo,Assoutenti,Casa del Consumatori, Codacons,Codici,Lega Consumatori e Unione Naizionale dei Consumatori (Casper+2 esterne)

Il Secondo di ADOC, ADICONSUM, CITTADINANZATTIVA, FEDERCONSUAMTORI E MOVIMENTO CONSUMATORI (sindacali +due esterne) ENERGIA: Interventi immediati per bloccare l’incremento dei costi di luce e gas.

Comunicato Stampa 17.06.2013
Anche nel 2013 non si arresta la crescita delle bollette di elettricità, gas, che continua ad incidere in maniera determinante sul potere di acquisto delle famiglie. Le Associazioni Adiconsum, Adoc, Cittadinanzattiva, Federconsumatori, Movimento Consumatori hanno rilevato che per l’energia elettrica e il gas, la spesa complessiva nel 2013 ammonterà a 1837 €, il +61% rispetto al 2000. Ben il doppio rispetto all’aumento del tasso di inflazione dal 2000 ad oggi, che risulta pari al 32,6%.

L’aumento medio delle tariffe rispetto al 2012, invece, risulta per l’energia elettrica pari al +3%,(+13€ annui) e per il gas pari a +1% (+18€ annui) . Gli ultimi provvedimenti del Governo Letta sul CIP6 sono un primo passo importante, ma non sufficiente per ridurre il caro energie. Rimane, comunque, irrisolto il tema delle aziende energivore i cui incentivi sono stati impropriamente addebitati sulle bollette delle famiglie italiane, dal precedente Governo.

Per questo motivo le Associazioni dei Consumatori: Adiconsum, Adoc, Cittadinanzattiva, Federconsumatori, Movimento Consumatori, chiedono all’attuale governo di annullare il provvedimento “Energivore”, che rischia di azzerare tutti i benefici annunciati nel recentissimo “decreto del fare”. Si ritiene,quindi, fondamentale intervenire immediatamente attuando i seguenti provvedimenti.

Aumenti delle tariffe (costi medi nazionali peuna famiglia media)

UTENZA

2000

2013

Aumento in Euro

Aumento in %

Energia Elettrica

 €                310,33

 €                  517,00

 €                 206,67

67%

Gas

 €                830,67

 €               1.320,00

 €                 489,33

59%

TOTALE

 €             1141.00 

 €               1837 ,00

 €                 696,00

61%

 

Indice NIC nazionale (Istat) dal 2000 ad  Aprile 2013 = + 32,6%

Note:

Energia elettrica: consumo medio annuo di 2700 kw/h con tariffe costanti sino al 31/12/2013 e con maggiorazioni del 2% per gli incentivi alle aziende energivore. Gas: consumo medio di 1400 m3 di metano tenendo conto della riforma del gas all’ingrosso e della maggiorazione IVA dal 21 al 22% dal 1/7/2013.