La storia è stata raccontata oggi da Il Messaggero (clicca qui), dove troverete anche i dettagli di una vicenda a dir poco commovente. Noi la sintetizzeremo per far capire come può cambiare in un attimo il destino delle persone ed anche degli animali. “Miracle”, questo il nome del protagonista della storia, è un cane docile e simpatico, più o meno come tutti i suoi simili a 4 zampe. Per sua sfortuna, però, viveva in Thailandia, Paese dove i cani finiscono in tavola, un po’ come il maiale da noi.

Fortunatamente, proprio mentre era in viaggio su un camion, probabilmente verso un ristorante, è stato salvato dall’associazione “Soi Dog Foundation, riuscita a bloccare il mezzo con l’aiuto della polizia thailandese (nella foto sx le condizioni in cui è stato trovato il cane). Successivamente l’animale è stato trasferito in Scozia, dove è stato adottato da una donna.

Quest’ultima è madre di un figlio con difficoltà derivanti da una forma di autismo. Miracle (nella foto a dx dopo l’adozione) ed bambino hanno stabilito un legame fortissimo, sono diventati praticamente inseparabili. Non è tutto: scrive Il Messaggero che qualche giorno fa il cane ha conquistato il “Friends for life”, prestigioso premio riconosciuto all’interno di “Crufts”, la principale esibizione canina internazionale, battendo duecento concorrenti.