L’estate 2015 si conferma la migliore degli ultimi 6 anni sul fronte del turismo, con un aumento delle partenze da parte degli italiani e un incremento di presenze presso gli stabilimenti balneari e le strutture turistiche del nostro paese. Lo afferma il Codacons, che snocciola una serie di dati che non lasciano spazio a dubbi.

Negli ultimi anni il numero di cittadini che decidevano di concedersi una vacanza nel periodo luglio-settembre si era ridotto sensibilmente, toccando il record negativo nel 2014, con 9 milioni di italiani in meno in villeggiatura rispetto al 2008 – spiega l’associazione – Quest’anno, invece, le partenze estive degli italiani hanno fatto registrare una positiva inversione di tendenza: 32 milioni di cittadini hanno deciso di concedersi una vacanza, ben 1,9 milioni di persone in più rispetto al 2014 (quando partirono poco più di 30 mln di cittadini), per una spesa complessiva che sfiora quota 16 miliardi di euro tra alloggi, servizi, svago, cibo, ecc.

“Si tratta tuttavia di vacanze al risparmio, con scelte low cost e il prezzo elemento fondamentale per orientare le decisioni degli utenti – spiega il Presidente Carlo Rienzi – Per tale motivo le destinazioni estere predilette nel 2015 dagli italiani vedono in testa Croazia, Grecia e Spagna, paesi che offrono servizi a tariffe particolarmente competitive rispetto ad altre zone di villeggiatura. Nel confronto con il 2014, si tratta di vacanze piu’ brevi e meno costose. In base ai dati raccolti dal Codacons, infatti, il 50% delle famiglie ha scelto per la villeggiatura un periodo non superiore ai 7 giorni, e il 65% degli italiani spende per alloggio, svago e servizi una cifra inferiore ai 500 euro procapite” – conclude Rienzi.