“Non solo vacanze, ma anche tecnologia, abbigliamento, libri, biglietti per i concerti e prodotti alimentari: il successo dello shopping on-line non si arresta neanche in vacanza grazie alla diffusione di smartphone e tablet, che permettono di fare acquisti con un semplice clic, comodamente sdraiati sotto l’ombrellone”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (http://www.consumatori.it), parlando di e-commerce e sicurezza sul web.
“Internet è semplice, veloce e comoda, come ho sottolineato più volte nel mio libro ‘Aggiungi al carrello. Shopping on-line: sopravvivere agli inganni e alle dipendenze del web’, scritto a quattro mani con la psicologa Paola Vinciguerra per Minerva Edizioni -afferma Dona (segui @massidona su Twitter)- ma è fondamentale non lasciarsi sopraffare dagli acquisti di impulso, accecati dalla voglia di fare l’affare a tutti i costi o, come ha ben spiegato la dottoressa Vinciguerra, cercando di colmare un vuoto esistenziale e affettivo con oggetti materiali. Per questo, il primo consiglio (e vale per il negozio sotto casa e ancor più in Rete, dove l’acquisto di impulso è ancora più facile) è chiedersi se si sta realmente acquistando ciò di cui si ha bisogno, senza farsi prendere dalla fretta, su cui molti siti giocano, puntando sul lato emotivo dell’acquisto”.
“Prima di procedere nell’acquisto -prosegue l’avvocato Dona- è sempre bene confrontare le varie offerte, cercando anche in Rete maggiori dettagli sui prodotti/servizi e la reputazione del venditore; controllate, poi, il prezzo finale del prodotto o servizio comprensivo di spese di spedizione e altri costi aggiuntivi (è illegittima la maggiorazione per l’uso della carta di credito) e ricordate che anche comprando on-line vale il diritto di recesso, da esercitare entro 14 giorni dalla data di consegna del prodotto o dalla sottoscrizione del contratto”.
Per avere maggiori informazioni per acquisti sicuri leggi Dieci regole per l’e-commerce.
“Un discorso a parte va fatto sui metodi di pagamento -aggiunge Massimiliano Dona- gli utenti internet stanno lentamente abbandonando i metodi più retrò come il bonifico e il contrassegno, a favore delle carte prepagate, che rappresentano la modalità più utilizzata in Italia per questo genere di transazioni; in futuro potrebbero avere un grande sviluppo anche i pagamenti mobile, ma ancora oggi il fenomeno è poco diffuso. Per quanto riguarda la sicurezza, in generale possiamo dire che non è rischioso usare la carta di credito su internet se il sito di shopping è affidabile; per questo è importante che il sito utilizzi un’efficace tecnologia di protezione: è bene, dunque, verificare che nella barra degli indirizzi, l’URL inizi con ‘https’ (indica trasferimenti riservati di dati nel web) e che nella parte inferiore destra della schermata appaia un lucchetto chiuso. Infine, nella scelta del sistema di pagamento on-line ogni consumatore deve fare una riflessione sulle proprie esigenze: se non si ha un’entrata fissa mensile, ad esempio, è meglio preferire la prepagata alla carta di credito; se si acquista un servizio che si paga periodicamente, viceversa, è consigliabile la carta di credito perché la prepagata deve essere ricaricata, pagando una commissione.”
Per saperne di più sui sistemi di pagamento leggi Pagamenti on-line, quale scegliere?
Per segnalarci un problema di e-commerce, utilizza il nostro Sportello Acquisti on-line