L’Hiv fu definita la peste del XX secolo. Titolo che provoco’ il panico tra la popolazione. Fra poco leggeremo che Ebola e’ la peste del XXI secolo. I titoloni fanno sempre effetto e le persone entrano in paranoia. Ebola e’ un virus di poveri in Paesi poveri. Nasce in Africa, come l’Hiv,  e si sviluppa lungo le linee di comunicazione. Ieri i fiumi africani, oggi le tratte aeree. Entrambi sono pericolosi ma controllabili, basta non farsi prendere dal panico e predisporre le misure idonee. E’ necessario informare correttamente la popolazione e i media, invece di andare a caccia dell’effetto, dovrebbero svolgere con proprieta’ il loro ruolo. I governi dovrebbero, a loro volta, predisporre le misure necessarie di contenimento della diffusione (es. quarantena) e di predisposizione delle strutture sanitarie.
Solo cosi’ eviteremo il ripetersi della situazione che si e’ creata con la presenza dell’Hiv.

Primo Mastrantoni, segretario Aduc