Successo per l’iniziativa di Acquirente Unico “Energia:oltre la maggior tutela?”, evento che ha chiarito una volta per tutte che “la tutela fa bene a tutti”. Anzi lo hanno detto tutti, dalle aziende ai consumatori.
Nell’ hashtag lanciato da consumerismo.it  #oltrelamtilniente, si possono leggere le dichiarazioni più importanti.

Tra tutte spiccano quelle di un lucidissimo e oggi grande comunicatore, il Presidente dell’AEEGSI Guido Bortoni, che con una estrema semplicità ha spiegato come la tutela fa bene a tutti, anzi non fa male a nessuno e per i consumatori domestici resterà in vigore fin quando i tempi non saranno maturi.

I due studi presentati:

  • Indagine comparata delle componenti di prezzo retail e degli strumenti di tutela nel mercato elettrico liberalizzato
  • Scarica:  

Indagine_comparata_componenti_prezzo_retail_03042014_pres_def

Paolo Vigevano AD di Acquirente Unico riassume il risultato:

Per quanto riguarda i risultati delle due indagini presentate, in sintesi si possono così riassumere:

  • L’italia è il paese in Europa dove le componenti da regolazione sono tra le meno invasive, max 53-min 49%
  • L’Italia è il paese in Europa dove i margini si sono tra il 4-5%, ma lo spazio dove si possono ricavare è il più ampio, quasi il 15%.

Insomma se a decidere in questo settore non ci fossero figure come #chiccochehaiintesta, anche le aziende serie, se volessero potrebbero fare mercato, per chi lo sa fare!

Bravo a Paolo Vigevano che ha saputo fare chiarezza con estrema imparzialità e lucidità politica.

Lg @doctorspinone